18 dicembre 2007 | |

Google Zeitgeist mostra le parole chiave più cercate… o no?

Come ormai succede da diversi anni, la pubblicazione della classifica delle parole chiave più cercate dell’anno in Google dagli italiani ha fatto notizia… Solo in Google news si trovano 44 fonti diverse che citano l’interessante classifica.

Sicuramente lo spaccato che emerge dovrebbe essere un’interessante panoramica su quali sono gli interessi e le curiosità degli italiani. Nelle parole del blog ufficiale di Google, si tratta di un intero anno di ricerche fatte su Google.it, specchio di interessi e curiosità dell’Italia che naviga e che usa Google come vettore di informazioneQuesta la classifica ufficiale:

1. beppe grillo
2. youtube
3. badoo
4. inps
5. agenzia delle entrate
6. myspace
7. inter
8. alitalia
9. milan
10. superenalotto

Il condizionale però è d’obbligo. Perchè ? Innanzitutto perchè come abbiamo già avuto modo di commentare, i risultati sono filtrati secondo criteri un po’ vaghi riconducibili a valori “family-oriented”. Google toglie dalla classifica termini taboo come “sesso” e “droga”, ad esempio.

Inoltre la classifica non si riferisce ai termini in assoluto più cercati, bensì quelli con il maggior trend di crescita rispetto all’anno precedente. Ma con ulteriori filtri, come mostra questo piccolo test.

Un’ulteriore perplessità viene infine dal caso di Federico Calzolari, un ricercatore dell’Università di Pisa che ha individuato un metodo per falsare la classifica di Google Zeitgeist, facendo risultare il suo nome al primo posto per Novembre 2007.

Insomma, vista anche l’acriticità con cui i media hanno fatto rimbalzare la “notizia”, viene da chiedersi che senso abbia la pubblicazione di una falsa classifica che sembra esprimere anzichè “l’esprit du temps”, un immagine edulcorata del navigatore medio ad uso e consumo della disinformazione mediatica.

Cui prodest ?

Be Sociable, Share!