11 maggio 2010 | |

Yahoo colpisce ancora

Londra – “Non siamo per forza in competizione con Google, non lo dica più per cortesia. Siamo due società diverse, anche se una parte dei nostri business coincide, in particolare quella relativa ai motori di ricerca”. E’ Carol Bartz a parlare, la grintosa manager che dal gennaio del 2009 è alla guida di Yahoo!, colosso del web in crisi finanziaria e di idee, perennemente perdente nei confronti dell’ antagonista Google. La Bartz ci tiene a precisare che “Nella Silicon Valley c’è posto per tutti e infatti noi non siamo fuori dai giochi” – I nostri canali di sport, finanza e intrattenimento sono i primi al mondo e i più frequentati”, prosegue, ricordando gli accordi con le singole federazioni per trasmette sul proprio portale le migliori azioni dei diversi campionati (calcio, basket, hockey, golf)

Uno dei passi chiave del nuovo corso firmato Bartz è stato l’accordo di collaborazione decennale con Microsoft e il motore di ricerca Bing, siglato a metà 2009. Dal quale in ogni caso il motore di ricerca rimane indipendente, con grafica e stile diverso. Ancora, la Batrz sottolinea che Yahoo! è una media company e insieme un operatore tecnologico. A differenza di Google, il loro è un grande portale personalizzabile e il più grande fornitore di email del mondo, con oltre 100 miliardi di email spediti con il loro indirizzo. Inoltre mentre Google realizza il 99% dei ricavi con un unico prodotto, quale l’advertising pubblicitario legato alla ricerca, Yahoo produce la metà dei ricavi dalla ricerca e l’altra metà dal display advertising (banner) settore nel quale sono i leader del mercato.

Yahoo non svilupperà un proprio sistema operativo, continuerà ad appoggiarsi a operatori come Samsung e Android, con il quale hanno appena siglato un’intesa per la distribuzione di servizi come la mail, messenger Flickr e le news. Dunque servizi, più che piattaforme e prodotti, questa la linea di Yahoo. E se le si chiede se venderebbe alla Microsoft, la Bartz risponde con fermezza che non sono affatto in vendita.
Fonte: www.ilsole24ore.it

Be Sociable, Share!