10 giugno 2010 | |

Assciurarsi il return del Display Advertising

Il web è pieno di articoli sulla promozione tramite banner e display e la sua crescita nel corso degli anni a discapito del periodo nero che l’economia e in particolar modo il settore pubblicitario stanno attraversando. Tuttavia pochi sono quelli che effettivamente si soffermano sulla redditività che questi investimenti pubblicitari hanno.
Con il Display advertising si ottiene ben più che il semplice click dell’utente tramite la pubblicità. In migliaia di ricerche che confrontano esposte e non esposte risposte via varie campagne, l’online advertising ha dimostrato la sua abilità di indirizzare fattori chiave della promozione come la conoscenza e la concezione del brand, l’associazione del messaggio, la favoribilità del brand e la propensione all’acquisto. Il ritorno di tali investimenti è però altamente difficile da identificare. La creazione di particolari campagne di advertising, l’investimento grafico, la scelta di tipologie di supporti grafici invece di altri, possono modificare di molto la redditività dell’investimento.
L’obiettivo essendo sempre quello di generare click verso la propria piattaforma, i ritorni economici sono da calcolare quindi distribuiti nel tempo dell’investimento, sottovalutare l’iniziale scelta dei grafici da utilizzare, scegliere immagini e piattaforme di bassa qualità possono rendere inutile tutte le possibilità dell’investimento pubblicitario.
Il web è pieno di articoli sulla promozione tramite banner e display e la sua crescita nel corso degli anni a discapito del periodo nero che l’economia e in particolar modo il settore pubblicitario stanno attraversando. Tuttavia pochi sono quelli che effettivamente si soffermano sulla redditività che questi investimenti pubblicitari hanno. Con il Display advertising si ottiene ben più che il semplice click dell’utente tramite la pubblicità. In migliaia di ricerche che confrontano esposte e non esposte risposte via varie campagne, l’online advertising ha dimostrato la sua abilità di indirizzare fattori chiave della promozione come la conoscenza e la concezione del brand, l’associazione del messaggio, la favoribilità del brand e la propensione all’acquisto. Il ritorno di tali investimenti è però altamente difficile da identificare. La creazione di particolari campagne di advertising, l’investimento grafico, la scelta di tipologie di supporti grafici invece di altri, possono modificare di molto la redditività dell’investimento.L’obiettivo essendo sempre quello di generare click verso la propria piattaforma, i ritorni economici sono da calcolare quindi distribuiti nel tempo dell’investimento, sottovalutare l’iniziale scelta dei grafici da utilizzare, scegliere immagini e piattaforme di bassa qualità possono rendere inutile tutte le possibilità dell’investimento pubblicitario.

Matteo Cassanelli

Be Sociable, Share!