22 gennaio 2008 | |

Peggiora la crisi di Yahoo, centinaia di licenziamenti a breve.

Secondo varie fonti, fra cui il Times Online, la crisi che attanaglia Yahoo oramai da tempo è arrivata ad un punto critico, tanto che il prossimo 29 gennaio verranno annunciati centinaia di licenziamenti.

La notizia segue di qualche mese l’annnuncio di un ridimensionamento di Yahoo Europe, ed arriva senza sorprese visti i cattivi risultati finanziari e i ricavi deludenti. Il ritorno al posto di comando di uno dei due fondatori, Jerry Yang, non ha dato i frutti sperati, con profitti scesi del 5% nell’ultmo trimestre, contro il + 45% del principale concorrente, Google.

Ma non è solo il motore di ricerca, nettamente inferiore al rivale, ad aver causato la crisi. Anche il resto delle attività web, incentrate su multimedia e social network, hanno concorrenti troppo forti, come Youtube e Myspace. La strategia di puntare a diversificare le attività anzichè puntare al core business della ricerca, sembra oramai destinata al fallimento.

Per questo, Yahoo sembra oramai destinato a gettare la spugna e a cedere all’offerta di Bill Gates, che incorporando l’ex sito più visitato del mondo, potrebbe finalmente acquisire una posizione di forza nel web e recuperare il terreno perduto nei confronti dell’altro gigante, Google.

Be Sociable, Share!