17 luglio 2007 | |

Il gioco: evoluzione del marketing online

I motori di ricerca stanno investendo sul gioco come nuova strategia di web marketing. La dimensione del gioco, già, nella pubblicità off-line ha un ruolo importante, pensiamo ad esempio alle varie raccolte punti, alle collezioni dei gadget.
Sia Google sia Msn Live sembrano voler scommettere sul versante ludico. Infatti, i due motori di ricerca stanno portando avanti interessanti progetti utilizzando il motore di ricerca come strumento di promozione interattiva.
Msn ha progettato un gioco, chiamato Live Search Club. Il contest organizzato da Microsoft consiste nel ricavare punti-bonus attraverso ricerche su Msn, da riutilizzare come sconto nell’acquisto di prodotti della società di Bill Gates. Le stime indicano che questa iniziativa abbia portato al motore di ricerca circa 3 milioni di visitatori unici, portando la quota di mercato degli ultimi mesi al 13%, rosicando addirittura quanche punto percentuale a Google.
Google, in partnership con la casa di produzione Universal, ha organizzato un gioco online per lanciare The Bourne Ultimatum, terzo capitolo della saga cinematografica di Jason Bourne.
A fronte di una promozione diretta nel film, in cui comparirà molto chiaramente una schermata del motore di ricerca, la società di Mountain View offre garanzia di posizionamento nelle serps, promozione in iGoogle, e appunto il gioco. Quest’ultimo iniziato il 16 luglio, con lo scopo di raccogliere indizi attraverso i servizi Search, Images, YouTube e Maps del motore di ricerca.
Gli utenti avranno 18 giorni per navigare e preparasi al film che uscirà nelle sale statunitensi il 3 agosto.
Google aveva già fatto esperimenti simili – anche se non così strutturati – con il Codice da Vinci della Sony pictures, e precedentemete con il lancio della Fiat Sedici in occasione delle Olimpiadi di Torino 2006.
Credo che il gioco nel contesto pubblicitario on-line stia assumendo un ruolo molto interessante e protrebbe avere sviluppi sempre più importanti… non ci resta che vedere e analizzare i risultati.

Per approfondire

Be Sociable, Share!