Business Plan

Il business plan riassume le strategie che un’azienda decide di attivare per realizzare un attività di e-commerce. La sua redazione è la fase più importante e delicata di qualunque progetto di commercio elettronico perché definisce la strategia da adottare e il metro per valutare il successo o il fallimento oggettivo delle attività che saranno svolte; esso è dunque la struttura portante dell’intero progetto di e-commerce.

In teoria, chiunque realizza un sito di e-commerce si dovrebbe interrogare su quali siano gli obiettivi che si pone in termini quantitativi e qualitativi, quali siano i concorrenti, e quali saranno i mezzi di promozione che userà per raggiungere gli obiettivi. Tuttavia, una cosa è avere un progetto in mente, ben altra è tradurlo in maniera razionale ed efficace in un piano che possa essere poi condiviso e soprattutto valutato nel corso del tempo.

Il piano deve puntare a ottenere risultati molto specifici e stabilire le modalità con cui si possono raggiungere tali obiettivi, riportando con precisione i passi da seguire, le persone coinvolte, le risorse materiali da impiegare e i tempi per raggiungere un obiettivo finale. Redigere un buon business plan per il commercio elettronico non è dunque compito semplice, e richiede molta esperienza poiché le variabili in gioco da analizzare sono davvero moltissime.

Il business plan per un e-commerce è per molti aspetti simile a un business plan tradizionale , con la differenza importante del mercato di riferimento; questo perché Internet è un mercato con target geografico potenzialmente globale, con cadenze temporali ben più rapide rispetto al mercato tradizionale, e con mezzi di comunicazione più avanzati, complessi e soprattutto meno conosciuti. Il web marketing mette a disposizione numerosi strumenti innovativi e occorre quindi saperli maneggiare per inserirli in un planning temporale che permetta di sfruttare le peculiarità di ciascuno di essi, raggiungendo nella miglior maniera il target desiderato.

Euro.runner aiuta i propri clienti nella definizione dei seguenti punti fondamentali:

a. Analisi del mercato e della concorrenza

b. Determinazione degli obiettivi e del target

c. Scelta degli strumenti

d. Monitoraggio dell’efficacia

e. Definizione del budget

Be Sociable, Share!
ultime dal blog: E-Commerce

  Sceondo gli analisti di ING a maggior parte dei retailer dovrà quindi ripensare le proprie strategie immobiliari: infatti modelli di business dei retailer di generi alimentari dovranno cambiare radicalmente ()

Il futuro del commercio elettronico sembra forzatamente roseo in controtendenza con la recessione del nostro paese. Pare infatti che un po tutti da politici ad amministratori abbiamo realizzato che sia ()

Sono stati pubblicati i risultati della ricerca Micro-Business, svolta nell’ambito dell’iniziativa Epson Business Council. Dalla ricerca risulta al 94% la percentuale di microimprese che utilizza il web per vendere i propri ()